Richiedi fattibilità

Rimborso IVA

Cos'è

Per le società che vantano un credito nei confronti degli Enti Governativi è possibile richiedere il rimborso IVA, previa presentazione di una fideiussione per rimborso IVA, per i seguenti casi:

  • cessazione dell’attività da parte di un’azienda;
  • differenze tra aliquota media su vendite e acquisti;
  • prevalenza di operazioni non imponibili;
  • acquisti di beni ammortizzabili;
  • maggioranza di operazioni non territoriali;
  • quando il creditore è un soggetto non residente.

Modalità di richiesta del rimborso Iva ed ammontare.

Il 26 Giugno 2015, l’Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli per il rilascio della polizza fideiussoria ai fini dell’esecuzione dei rimborsi IVA, ai sensi dell’art. 38-bis, comma 5, D.P.R. n. 633/1972.
(AGENZIA DELLE ENTRATE PROVVEDIMENTO del 26/06/2015 n.87349)
I modelli sostituiscono lo schema di fideiussione approvato il 10 giugno 2014 adeguandolo alle nuove disposizioni introdotte dal D.lgs n.175/2014 in materia di semplificazioni fiscali che, si ricorda, ha cancellato l’obbligo di presentare una garanzia per l’ottenimento di rimborsi annuali e trimestrali di importo inferiore a 15.000 euro.
Le modifiche riguardano sia il rimborso richiesto in procedura semplificata che quello richiesto in procedura ordinaria. Nel primo caso sono eliminati dall’ammontare da garantire, ai fini del rimborso, gli interessi per il ritardo dell’erogazione. Nel secondo caso, invece, la modifica riguarda la riduzione del periodo presuntivo su cui calcolare gli interessi per il ritardo nell’esecuzione dei rimborsi (annuali e trimestrali) che passa da 120 a 60 giorni. Il richiedente peraltro può chiedere il rimborso anche di una sola parte dell’importo spettante mentre il residuo ammontare può essere riportato in detrazione o in compensazione nell’anno successivo.
È possibile richiedere, agli Enti Governativi, il rimborso IVA per un credito di importo pari o superiore a € 2.582,28 fino ad un tetto massimo di € 516.456,90.
È consentito il rimborso di crediti inferiori a Euro 2.582,28 solo in caso di cessazione dell’attività oppure in presenza di situazione creditoria che permane da almeno un triennio, con la limitazione, in questo caso, che si può ottenere l’erogazione per l’importo inferiore fra i tre crediti esposti nelle rispettive dichiarazioni.
Per i rimborsi di importo superiore a € 15.000 la richiesta deve avvenire tramite:

  • modello VR in caso di rimborso IVA annuale
  • modello TR in caso di rimborso IVA trimestrale

il soggetto contraente dovrà, quindi, per legge, assicurarsi di aver allegato nella sua richiesta, nel primo caso, congiuntamente al modello VR una fideiussione per rimborso IVA annuale e nel secondo caso, unitamente al modello TR una fideiussione per rimborso IVA trimestrale.
Durata e premio della garanzia

La fideiussione per rimborso IVA ha una durata triennale e non prevede proroghe. Il premio totale per questo genere di fideiussione varia in maniera sostanziale a seconda dell’ente erogante e può oscillare tra l’1% e il 3% dell’ammontare da garantire indipendentemente dalla durata.

Affidabilità

La nostra società, grazie alla sua struttura tecnica professionale e continuamente aggiornata circa l’entrata in vigore delle recenti riforme normative, si pone al servizio della sua clientela al fine di supportarla nell’ottenimento della fideiussione per rimborsi IVA. I rapporti di collaborazione stretti con le Compagnie Assicurative, italiane ed estere, ci hanno permesso di gestire più di 300 richieste di fideiussione per rimborso IVA, Ires e/o Irpef.

Documenti necessari

Per ottenere gratuitamente un preventivo ed una bozza di fideiussione per rimborso IVA entro 24 ore lavorative, ci contatti ai riferimenti in calce.

I documenti da allegare alla domanda sono:

  • Lettera rimborso IVA dell’Agenzia delle Entrate;
  • Visura Camerale ed ultimo bilancio depositato della società contraente;
  • Carta d’identità e Codice Fiscale dell’Amministratore;
  • Modello Iva societario e copia delle fatture che hanno generato il credito;
  • Codice Fiscale, Carta d’identità e Modello Unico di eventuali coobbligati;
  • Modulo di privacy e antiriciclaggio compilato e firmato;
  • Modello per il rilascio di polizza fideiussoria compilato
  • Riferimenti del cliente.

In seguito all’analisi della documentazione potrebbe venirvi richiesto di fornire i dati di uno o più coobbligati, da inserire in polizza come garanti per la società.

Contattaci per maggiori informazioni

Contattaci

Tramite telefono

Richiedi Fattibilità

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni visita la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi